RECENSIONE: EASTSIDE – SLEAZY WAY

L’evoluzione di Eastside Brewing da beer firm a birrificio ha sancito la possibilità di sperimentare, o per lo meno, creare nuovi prodotti che nel corso degli anni si sono succeduti e – alcuni di essi – continuano ad esistere. La volontà di elaborare qualcosa di “scuro” dall’alto grado alcolico ha trovato riscontro in termini pratici nel 2016, quando la Sleazy Way è stata immessa sul mercato.
Il nome di questa birra lascia intendere un procedimento atto ad emulare un risultato finale che solitamente si ottiene in modo diverso. Invece di sottoporre questa Imperial Stout da 10% ABV ad un passaggio in botte nella fase di maturazione, Eastside Brewing ha deciso di immettere dei cubi di rovere (impregnati da uno specifico distillato) al suo interno, per aggiungere quella complessità organolettica utile ad aggiungere qualche sfumatura in più. Due modi di interpretare un fine semi-comune, come ne dimostra il risultato finale nella quale si può constatare esiti differenti: questo palliativo adottato da Eastside Brewing tende ad essere più gestibile e meno invasivo sul prodotto finito.
Non compaiono riferimenti in etichetta di questo step aggiuntivo, a dimostrazione di voler presentare una Imperial Stout dritta per dritta, da scoprire lungo il percorso della bevuta.

Recensione Review Eastside Sleazy Way

ANALISI COMPLESSIVA DELLA BIRRA.

La Sleazy Way erige una schiuma di color nocciola dalla trama finissima. La sua consistenza è molto cremosa ed ultra compatta, caratteristiche fondamentali per assicurare un’abbondante persistenza.
Il corpo della birra si mostra sui classici tratti omogenei, senza permettere trafiggimenti di luce grazie alla classica colorazione nera che determina lo stile in questione dettata dall’utilizzo di malti scuri.

L’intensità degli aromi è medio/alta: il profilo generale tende a mostrare cioccolato e caffè dalla carica morigerata, nel quale, in una morbidezza costante, spiccano profumi di orzo tostato, caramello e una componente balsamica che rimanda alla parte più selvatica della liquirizia.
La frizzantezza è solleticante, la giusta fine mineralità occorrente per esaltare un corpo delicato e setoso, che accompagna con garbo un ABV molto ben gestito sul lato pratico.
L’ingresso del boccato è tarato su una definizione maltata che non indugia nel rivelare cioccolato, caffè e caramello. La liquirizia funge da traino al sorso, per una presenza ben composta nel ritagliarsi il giusto spazio senza prendersi totalmente la cena. In ultima battuta si può evincere l’apporto dei cubi di rovere, dove le sfumature legnose e i lievi rimandi da distillato (whiskey) chiudono l’assaggio.
Il retrogusto è lungo, sotto forma di amaro derivante da rimandi al cacao, con un accenno liquoroso ottenuto dal rilascio creato artificialmente per emulare in maniera più contenuta un ipotetico passaggio in botte.

Recensione Review Eastside Sleazy Way

La Sleazy Way si rivela essere una Imperial Stout ben costruita soprattutto su una presenza tattile molto morbida e delicata. Il dispiegamento aromatico appare ineccepibile, grazie ad un assestamento ben equilibrato ed affascinante per il quale l’esperienza trae giovamento su ogni singolo dettaglio.
Se qualcuno avesse ancora dubbi sulla “pratica scorretta” adottata in tale prodotto, beh, toglietevi ogni curiosità assaporando questa birra che rapisce letteralmente le papille gustative.

Recensione Review Eastside Sleazy Way

NOMEBIRRA: SLEAZY WAY
BIRRIFICIO: Eastside Brewing
STILE: Imperial Stout
ABV: 10%
FORMATO: LATTINA, 44 cl.

CODICE LOTTO: L02 20
SCADENZA: 05/2025
BEVUTA IL: 23/08/2021

Per altre recensioni dei prodotti di Eastside Brewing, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: I contenuti di questo blog sono protetti dal diritto d\'autore. È vietato il copia/incolla e l\'utilizzo di esso in altre sedi senza esplicito consenso.