RECENSIONE: BROWAR STU MOSTÓW – WRCLW BALTIC PORTER NITRO: PALO SANTO COCONUT

Seconda pagina del capitolo Nitro, che Browar Stu Mostόw ha ideato per fornire una mini linea incentrata sul genere Baltic Porter con aggiunte. I due elementi che contraddistinguono questa creazione sono Palo Santo, legno che trova il suo habitat nell’America Centro-Meridionale e per la quale è utilizzato per realizzare incensi, e cocco.
La base alcolica è sempre di 9.1% ABV, per un’elaborazione maltata a base di Monaco, Pils, Cara 110-130 EBC e Chocolate. Per quanto riguarda la luppolatura, il Taurus gioca in solitaria mentre il lievito coinvolto è il W34/70.

Recensione Review Stu Mostow WRCLW Baltic Porter Nitro Palo Santo Coconut

ANALISI COMPLESSIVA DELLA BIRRA.

La Baltic Porter Nitro: Palo Santo Coconut disegna una schiuma che rimembra il latte macchiato per via della propria colorazione, dove la grana risulta quasi impercettibile alla vista grazie alla consistenza cremosissima e super compatta.
Il corpo della birra è nero e dall’aspetto opaco e massiccio, nulla di diverso da quanto ci si potrebbe aspettare.

L’intensità è medio/alta: sorprende la persistenza del cocco, che va a caratterizzare il primo giro di lancette, per poi lasciare spazio a connotazioni maltate (ed esteri) nella quale fanno capolino prugna, uvetta, pane nero, cioccolato e caffè. Il Palo Santo è di difficile decifrabilità, indicabile solamente in alcune vaghe note legnose che non stabiliscono la natura precisa.
La frizzantezza è praticamente non pervenuta, effetto creato ovviamente dal carboazoto. Il corpo è morbido e vellutato, per un boccato pieno che riesce a discostarsi abbastanza dall’ABV effettivo.
Nel gusto, i rimandi amabili sono a base di uvetta e caramello, con tostature che proseguono il proprio percorso donando caffè e cioccolato al latte. Il cocco fa la sua comparsa a metà sorso, avvertibile nella forma tostata. Non si può dire lo stesso del Palo Santo, anche qui deficitario nell’imporre la propria essenza, atta a fornire solamente leggerissimi tratti speziati non associabili a qualcosa di ben preciso.
Il retrogusto è formalizzato da cioccolato al latte, con piccola componente amaricante che interagisce con il ritorno della dolcezza avvertita a inizio del boccato.

Recensione Review Stu Mostow WRCLW Baltic Porter Nitro Palo Santo Coconut

La Baltic Porter Nitro: Palo Santo Coconut si conferma una buona birra soprattutto nell’espressione del cocco, sempre di difficile traduzione se usato nella forma naturale. Il nitrogeno sembra agire da ottimo conservante, mantenendone quasi intatta la propria sostanza viva e vegeta.
Purtroppo, come già sottolineato, il Palo Santo sembra essere fagocitato in un oblio dal quale non riesce a trarne scampo: pressochè nullo il suo apporto in termini generali.
Una birra che a conti fatti si può definire incompleta, ma comunque soddisfacente nella bevuta se presa per quello che riesce effettivamente a trasmettere.

Recensione Review Stu Mostow WRCLW Baltic Porter Nitro Palo Santo Coconut

NOME BIRRA: WRCLW BALTIC PORTER NITRO: PALO SANTO COCONUT
BIRRIFICIO: Browar Stu Mostόw
STILE: Baltic Porter
ABV: 9.1%
FORMATO: BOTTIGLIA, 33 cl.

CODICE LOTTO: L211 223/203/02
SCADENZA: 21/12/2023
BEVUTA IL: 07/04/2022

Per altre recensioni dei prodotti di Browar Stu Mostόw, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: I contenuti di questo blog sono protetti dal diritto d\'autore. È vietato il copia/incolla e l\'utilizzo di esso in altre sedi senza esplicito consenso.