RECENSIONE: BEVOG – SCALLOPED HAMMERHEAD SHARK

La linea “Extinction Is Forever!” intrapresa da Bevog Brauhaus è stata terreno di numerose sperimentazioni, che hanno spinto il birrificio austriaco ad esplorare nuove soluzioni utili per il proprio bagaglio di conoscenze.
Un territorio parecchio oscuro per Vasja & co. riguarda il mondo belga: con la Scalloped Hammerhead Shark l’approccio ad una lavorazione con una tipologia di lievito mai utilizzata incontra il mondo più congeniale, ovvero quel campo luppolato rivisitato in lungo e in largo.
Quest’etichetta vuole essere una Belgian Rye IPA, da 7% ABV, che prevede tra i cereali anche la segale, come suggerito nell’inquadramento dello stile.
Questa birra è dedicata allo squalo martello, specie ufficialmente entrata nella lista degli animali più a rischio a causa di una diminuzione della propria popolazione pari al 95% negli ultimi 30 anni.

Recensione Review Bevog Scalloped Hammerhead Shark

ANALISI COMPLESSIVA DELLA BIRRA.

La Scalloped Hammerhead Shark si presenta con una schiuma bianca definita dal tratto fine, strutturata su una base soffice e pannosa leggermente frastagliata nella propria sommità. La persistenza è buona, per una protezione medio/lunga che fa da scudo ad un corpo caratterizzato da una colorazione dorata abbastanza spenta e dall’aspetto leggermente velato.

L’intensità aromatica è veramente alta, merito della predominanza della componente fenolica ottenuta dal lievito belga. Man mano si succedono aromi speziati di cannella, noce moscata, chiodo di garofano e anice, raggiunti successivamente da tratti floreali primaverili (soprattutto lavanda). L’aspetto fruttato risulta più in disparte, presente maggiormente nelle primissime fasi sotto forma di scorza d’agrume, pesca e di albicocca, con vaghe escursioni esotiche di difficile rilevazione. A fronte di un naso molto incisivo, si può constatare che cannella e chiodo di garofano offrono una persistenza notevole, che si protrae per lungo tempo.

La frizzantezza non è troppo vivace ma comunque adatta per il contesto creato. Il corpo risulta medio, di facile fruizione atto ad esaltare tutte le componenti presenti.
Nel gusto, la trama speziata prende il sopravvento, con cannella e chiodo di garofano anche qui molto in auge, trovando sostentamento e man forte grazie a sfumature balsamico/floreali a base di timo, eucalipto e lavanda. Nel finale c’è spazio per un lieve accenno di frutta esotica, subito stemperata dal rilascio amaricante a chiudere.
Il retrogusto comunque non pone l’accenno su un amaro troppo invadente, lasciando un cenno erbaceo che capitola la bevuta nel modo più morbido possibile.

Recensione Review Bevog Scalloped Hammerhead Shark

Fa strano effettuare un’esperienza nella quale è coinvolto un lievito belga in una creazione di Bevog Brauhaus. Tale situazione è il teatro perfetto per rendere giustizia ad un profilo votato particolarmente sul rilascio aromatico di tale componente, che risulta l’assoluto protagonisto di questa creazione, in ambo le fasi. La presenza netta e l’impatto alquanto forte focalizzano l’attenzione sul dominio speziato che viaggia supportato da una bevuta tutto sommato non difficoltosa. La segale aiuta a mettere ancor più in mostra i sottoprodotti del lievito, rendendo la luppolatura in aroma meno incisiva per un ruolo dedicato al puro accompagnamento.
Una bevuta fuori dall’ordinario, che rimane comunque impressa per ciò che ha potuto esprimere.

Recensione Review Bevog Scalloped Hammerhead Shark

NOME BIRRA: SCALLOPED HAMMERHEAD SHARK
BIRRIFICIO: Bevog Brauhaus
STILE: Belgian Rye IPA
ABV: 7%
FORMATO: LATTINA, 50 cl.

Per altre recensioni dei prodotti di Bevog Brauhaus, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: I contenuti di questo blog sono protetti dal diritto d\'autore. È vietato il copia/incolla e l\'utilizzo di esso in altre sedi senza esplicito consenso.