RECENSIONE: TEMPEST BREWING CO. – BARREL 01: BOM JESUS

Nel corso del tempo, Tempest Brewing Co. ha dato ampia dimostrazione di come il lavoro nella propria bottaia possa essere un importante viatico per la propria azienda. Ne è dimostrazione la Barrel 01: Bom Jesus, che all’interno della propria ricetta prevede l’impiego di uno Specialty Coffee brasiliano.

INTRODUZIONE.

Grandi progetti necessitano grandi protagonisti. Tempest Brewing Co., oltre al catalogo regolare di birre più accessibile per la massa, si diletta nell’arte del Barrel Aging. Abbiamo già potuto avere un assaggio di tale operato con la Mexicake Bourbon Barrel-Aged (versione barricata della famosa Mexicake, per leggere la recensione, CLICCA QUI).
Questa volta, rimanendo nell’ambito delle Imperial Stout, andiamo ad analizzare la Barrel 01: Bom Jesus, una realizzazione che vede coinvolte molte aziende per fornire il risultato finale fruibile in questa lattina da 33 cl.
La ricetta, incentrata su diverse tipologie di malti (Golden Promise, Monaco, Dark Crystal, Chocolate, avena maltata, frumento torrefatto e orzo tostato). Ciò costituisce la base portante per mettere in evidenza l’elemento fondamentale che va a caratterizzare il tutto in modo particolare: il caffè.

INFORMAZIONI DI BASE SUL CAFFÈ UTILIZZATO.

Si tratta del brasiliano Bom Jesus, nome che riprende in toto il nome dell’azienda nella quale viene lavorato, ovvero Fazenda Bom Jesus. Situata nelle vaste distese in prossimità della piccola cittadina Cristais Paulista (a nord di San Paolo), la tenuta è collocata nella regione dell’Alta Mogiana. Qui, a 1270 metri sopra il livello del mare, viene coltivato questo caffè, un incrocio tra due varietà, Mundo Novo e Yellow Catuai, che viene poi lavorato con metodo naturale, essiccato poi al sole e lasciato riposare per una trentina di giorni.

FOCUS SULL’AZIENDA COLTIVATRICE.

Fazenda Bom Jesus è il frutto della grande passione di Gabriel e Flavia Lancha de Oliveira, entrambi nipoti di rinomati produttori di questa materia prima. L’esperienza maturata nel settore ha portato la coppia a voler elevare la qualità del proprio lavoro nei primi anni 2000, momento in cui l’azienda ha voluto puntare su quelli che oggi giorno che vengono definiti Specialty Coffee.
La cura e l’attenzione riservata nei vari passaggi produttivi, con materie biologiche ed organiche che permettono l’ottima resa qualitativa al prodotto finito, ha permesso a Fazenda Bom Jesus di ottenere importanti certificazioni che attestano la bontà dell’impegno profuso. Infatti, Gabriel e Flavia in qualità di titolari di tale azienda, possono fregiarsi di tre importanti riconoscimenti: Rainforest Alliance, UTZ e Alta Mogiana Specialty Coffee Association (AMSC). Ciò comporta un prestigio importante soprattutto nei confronti di papabili importatori che si impegnano nella ricerca dei migliori caffè da proporre ai propri clienti. Uno di questi è Calum Maciel Brough, fondatore di Cal’s Coffee (con sede a Carlisle, nord Inghilterra) che rappresenta in UK quattro fazende brasiliane di assoluto pregio, tra cui Fazenda Bom Jesus.
È molto importante dire che il rapporto diretto tra produttore e importatore ha molti vantaggi, soprattutto in termini economici. Infatti, si crea una sorta di scambio equo: senza passaggi ulteriori risultano maggiori sono introiti per il produttore, che a sua volta può impiegare questo sostentamento per elevare la qualità della vita della propria comunità, per poter garantire un caffè sempre al massimo degli standard.

LA FONDAZIONE: LABAREDA GROUP.

Gabriel e Flavia sono molto impegnati nel sociale: infatti, la fondazione del Labareda Group nel 1984 ha permesso da quel momento in poi di curare molte attività correlate, mantenendo quella della produzione del caffè come primaria. Ogni anno, Labareda Group organizza la Gymkhana, una festa della durata di 5 giorni in cui i bambini dei cinque distretti limitrofi si radunano per condividere assieme una serie di attività che culmina con una scampagnata in bicicletta nella quale sono previsti dei premi. A questo LINK potete trovare un interessante video che parla di questa associazione.

LA COLLABORAZIONE.

Dopo aver effettuato questa panoramica generale sulla provenienza di tale varietà di caffè, possiamo puntualizzare al meglio l’aspetto finale di tale catena. Tempest Brewing Co. si è affidato a Three Hills Coffee (torrefattore di Selkirk, situato a metà tra Edimburgo ed il confine con l’Inghilterra), uno dei clienti di Cal’s Coffee che propone tra nel proprio catalogo la propria lavorazione del Bom Jesus (acquistabile al seguente link, CLICCA QUI). Il punteggio SCA (attribuito dalla Specialty Coffee Association) di 85 punti lo attesta come uno dei caffè brasiliani di maggior qualità.

L’affinamento in botte è stato effettuato in barili di whisky, nella fattispecie Heaven Hill, per una durata di 6 mesi.

Recensione Review Tempest Brewing Co. Barrel 01: Bom Jesus

ANALISI VISIVA.

La Barrel 01: Bom Jesus manifesta una schiuma morbida e leggera, di colore nocciola/ocra. Essa trova sostentamento da una grana fine, utile a permettere la presenza più che accettabile della coltre formatasi.
Il corpo della birra è di colore nero, dall’aspetto pieno e deciso che non lascia nessuna possibilità a fonti luminose di farvi breccia.

ANALISI OLFATTIVA.

L’intensità degli aromi è alta, in cui risulta portante il sentore di caffè, con essenze basiche di cioccolato, frutta secca tostata e biscotto trattato a lunga cottura. Si possono individuare anche delle sfumature vanigliate, con una carica maggiore nella fase iniziale, soggetta poi a graduale affievolimento. Il background è costituito da gradevoli sensazioni di caramello e melassa, con qualche riferimento più mirato che va a ricordare il miele di castagno. Il caffè rimane il sentore più presente durante tutta la durata dell’arco olfattivo. Da evidenziare è la buona pulizia olfattiva, nella quale non si riscontra nessuna parvenza di possibili spigolosità emesse dal carattere etilico.

ANALISI GUSTATIVA.

La frizzantezza è sottile, con indole leggermente minerale che non disturba la fruizione condotta nel boccato. Il corpo si dimostra diretto e soprattutto coerente nell’assenza di possibili presenze alcoliche. Ciò è agevolato da un’avvolgenza funzionale nel poter lasciare assaporare al meglio i tratti salienti risposti nel sorso.
Nel gusto, sin dai primi istanti si evince un’amalgama più equilibrata rispetto alle intensità promulgate al naso. L’avvio dell’assaggio denota una flebile ma costruttiva nota amabile nelle retrovie, che permette a caffè (con i medesimi riferimenti descrittivi emessi nella fase precedente), cioccolato e caramello di esprimersi al meglio. Più contenuta risulta la vaniglia, dal tono minore rispetto a quanto avvertito al naso. La struttura della bevuta si sofferma sulla parte anteriore del boccato, un po’ deficitaria per quanto riguarda la profondità.
Il retrogusto si fa carico del leggero tepore alcolico per richiamare l’affinamento, che si dimostra elegante nell’accezione con la quale si presenta. Punto assolutamente a favore è la conferma di un ABV gestito alla grande, che non da nessuna avvisaglia con richiami effettivi o minimamente intuibili in relazione agli 11.2% ABV.

Recensione Review Tempest Brewing Co. Barrel 01: Bom Jesus

IMPRESSIONI GENERALI.

La Barrel 01: Bom Jesus si può considerare una produzione riuscita, che da il giusto spazio alla qualità di un caffè molto espressivo nella sua semplicità e schiettezza aromatica. Anche l’apporto definito dal rilascio barricato si può definire efficace, per conferire sfumature positive in un mix che sa coinvolgere l’interlocutore in una bevuta più accessibile e meno poderosa di quello che si potesse pensare.

Piccolo appunto (ovviamente personale): una maggior rotondità nel sorso avrebbe saputo agevolare ancor di più tutti i dettagli messi a disposizione, con quel senso di pienezza in grado di espandere l’esperienza a 360°. Al di là di questa preferenza soggettiva, compito ben eseguito da Tempest Brewing Co. che ha saputo valorizzare gli elementi in possesso nel modo più appropriato possibile.

Recensione Review Tempest Brewing Co. Barrel 01: Bom Jesus

NOME BIRRA: BARREL 01: BOM JESUS
BIRRIFICIO: Tempest Brewing Co.
STILE: Imperial Stout (Barrel Aged)
ABV: 11.2%
FORMATO: LATTINA, 33 cl.

CODICE LOTTO: #BS001
INLATTINATA: 12/03/2021
SCADENZA: 12/03/2023
BEVUTA IL: 17/12/2022

Per altre recensioni dei prodotti di Tempest Brewing Co., clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: I contenuti di questo blog sono protetti dal diritto d\'autore. È vietato il copia/incolla e l\'utilizzo di esso in altre sedi senza esplicito consenso.